8 motivi per scegliere sempre frutta e verdura BIO.

Perché gli alimenti BIO sono sicuramente da preferire a quelli convenzionali?

Indipendentemente dalla dieta, gli alimenti biologici sono una scelta intelligente. Preferire i cibi biologici è una decisione efficace per tutelare la nostra salute e quella del pianeta.

L’acquisto di alimenti biologici – privi di sostanze chimiche dannose, pieni di nutrienti, gusto e sostenibili dal punto di vista ambientale – è un voto diretto per la nostra salute e di quella delle future generazioni.

Ecco gli 8 principali motivi per scegliere gli alimenti biologici:

1. Totale assenza di OGM

Gli organismi geneticamente modificati (OGM) stanno contaminando la nostra offerta di cibo a un ritmo allarmante. Per fortuna, la legge stabilisce che il cibo coltivato biologicamente non può essere geneticamente modificato in alcun modo. La scelta del biologico quindi, è l’unico modo per essere sicuri che gli alimenti geneticamente modificati rimangano fuori dalla nostra dieta.

 

2. Totale assenza di sostanze chimiche

Mangiare cibi coltivati biologicamente è l’unico modo per evitare la miscela di veleni chimici che può essere presente invece negli alimenti coltivati in modo convenzionale.

Gli alimenti con maggiori residui di pesticidi sono:

  • Lattuga
  • Pomodori
  • Cetrioli
  • Mele
  • Pesche
  • Peperoni
  • Fragole

Questi prodotti, anche se lavati attentamente, potrebbero presentare ancora dei pesticidi mettendo a rischio la tua salute e quella dei tuoi cari.

L’unico modo per essere certi di mangiare alimenti privi di sostanze chimiche pericolose, è quello di acquistare alimenti da coltivazioni biologiche. 

 

3. Maggiore presenza di sostanze nutritive

Gli alimenti coltivati biologicamente hanno più sostanze nutritive (vitamine, minerali, enzimi e micronutrienti) perché il suolo è gestito e nutrito con pratiche sostenibili e secondo standard responsabili. 

Uno studio del Journal of Alternative and Complementary Medicine ha dimostrato come cinque porzioni di verdure coltivate biologicamente (come lattuga, spinaci, carote, patate e cavoli) forniscono un’adeguata dose di vitamina C, mentre lo stesso numero di porzioni di verdure coltivate convenzionalmente non lo fanno.

In media, gli alimenti biologici forniscono: il 21,1% in più di ferro (rispetto alle loro controparti convenzionali); 27% in più di vitamina C; 29,3% in più di magnesio; 13,6% in più di fosforo.

 

4. Cibi più saporiti

Gli alimenti da agricoltura biologica generalmente hanno un sapore migliore perché il terreno nutrito e ben bilanciato produce piante sane e forti. Provali e noterai subito la differenza!

 

5. Preservazione dei nostri ecosistemi

L’agricoltura biologica sostiene l’eco-sostentamento e l’agricoltura in armonia con la natura.

La conservazione del suolo e la rotazione delle colture mantengono sani i terreni agricoli e l’astinenza chimica preserva l’ecosistema. La fauna selvatica, gli insetti, le rane, gli uccelli e gli organismi del suolo sono in grado di svolgere il loro ruolo fondamentale per il corretto funzionamento dell’ecosistema.

6. Preservazione della biodiversità agricola

La perdita dilagante delle specie di frutta e verdura che si verificano oggi è una delle maggiori preoccupazioni ambientali. Si stima che il 75% della diversità genetica delle colture agricole sia andato perduto nell’ultimo secolo. Ad esempio, considera che solo una manciata di varietà di patate domina l’attuale mercato, mentre una volta erano disponibili migliaia di varietà.

La diversità è fondamentale per la sopravvivenza perché alcune specie di prodotti agricoli che stanno scomparendo, contengono sostanze nutritive uniche e difficilmente trovabili in altre specie.

Molte aziende agricole biologiche coltivano una gamma assortita di alimenti, tenendo conto degli elementi naturali e del tempo necessario per il loro corretto sviluppo.

7. Riduzione dell’inquinamento 

Prodotti chimici agricoli, pesticidi e fertilizzanti stanno contaminando il nostro ambiente, avvelenando le nostre preziose risorse idriche e distruggendo quelli che una volta erano fertili terreni agricoli. Gli standard biologici certificati non consentono l’uso di sostanze chimiche tossiche in agricoltura e richiedono una gestione responsabile del suolo sano e della biodiversità.

Secondo l’entomologo Cornell David Pimentel, si stima che solo lo 0,1% dei pesticidi applicati raggiunga i parassiti bersaglio. La maggior parte dei pesticidi (99.%) ha un impatto ambientale.

8. Proteggere i nostri bambini e il loro futuro

Scegliendo prodotti BIO, non solo proteggiamo la salute dei nostri figli oggi, ma gli lasciamo anche un futuro migliore. Un mondo con meno inquinamento, con terreni fertili e ricchi, un ecosistema intatto e coltivazioni che danno vita ad alimenti più buoni e nutrienti. 

Noi di Aromathica abbiamo sempre creduto nel ruolo dell’agricoltura biologica per un mondo migliore. Le nostre erbe aromatiche infatti, sono tutte certificate BIO, per essere rispettevoli del nostro ambiente e portare sulle tavole di migliaia di famiglie, prodotti sani, nutrienti e gustosi. 

Inoltre, grazie al nostro esclusivo processo di essiccazione a freddo, le nostre erbe biologiche sono anche più profumate e benefiche delle altre, perché contengono una quantità maggiore degli oli essenziali presenti naturalmente nella pianta.

A presto. 

Luciano

Luciano Internicola

Luciano Internicola

L’amore per la natura e per la mia cara Sicilia, mi hanno portato presto ad accantonare la carriera forense per dedicarmi a ciò che più mi appassiona e riesce a tirare fuori il meglio di me; la valorizzazione dei prodotti della mia terra e aiutare i giovani che si trovano in una posizione di disagio ed emarginazione. Per questo ho creato, assieme ad alcuni soci, attraverso la Onlus Etica, il brand Aromathica, una linea di erbe aromatiche siciliane di produzione biologica e della migliore qualità possibile, grazie all’esclusivo sistema di essiccazione a freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *