Sai come abbinare vino ed erbe aromatiche?

Ti è mai successo di bere un vino dal gusto strepitoso e qualche tempo dopo bere lo stesso vino, della stessa cantina, della stessa annata e non trovarlo così eccezionale come l’ultima volta?

A me è successo diverse volte, è per tanto tempo non sono riuscito a spiegarmi il motivo di questo strano fenomeno.

Fino a quando anni fa, mi trovavo a cena con Giovanni, un mio caro amico sommelier, e ovviamente non mi feci scappare l’occasione di chiedergli chiarimenti sulla mia esperienza. 

Giovanni mi disse quanto segue: “è normale! Sicuramente ti capita spesso di cercare di abbinare ai tuoi piatti le giuste erbe aromatiche per conferirgli più gusto e aroma. Ma forse non sai che anche i vini hanno bisogno di essere accompagnati dalle giuste erbe per dare il meglio di sé”.

Questo spiega perché i sommelier si preoccupano così tanto di trovare il giusto abbinamento per un vino. È chiaro che il gusto di un vino sia fortemente influenzato dai piatti che gli abbiniamo. Un vino eccezionale può essere totalmente rovinato dal pietanza sbagliata. 

Poi Giovanni mi confidò “Ecco perché nella migliori enoteche non mancano mai spezie ed erbe aromatiche che vengono suggerite al cliente in base al vino e alla pietanza che dovrà accompagnare”.

Secondo l’esperto di vini Daniele Casetta, titolare dell’etichetta di vini piemontesi “I Poderi Vaiot”,

“l’abbinamento perfetto tra cibo e vino non dipende tanto dal tipo di pietanza in sé, quanto più dalle erbe aromatiche utilizzate nella preparazione del piatto. Gli abbinamenti con le erbe risultano più semplici quando si è in grado di distinguere gli aromi dominanti dei singoli vini”.

Pertanto, ti propongo di seguito, alcune delle migliori combinazioni che puoi ottenere tra vini ed erbe aromatiche. Non essendo un sommelier, riporterò alcuni abbinamenti suggeriti direttamente da Assovini (Associazione Nazionale Produttori Vinicoli e Turismo del Vino) e dalla guida specializzata “Quattro Calici”. 

  • Origano: è sicuramente una delle erbe simbolo dell’Italia e può essere abbinato a molte pietanze simbolo della cucina mediterranea come la pizza e la mozzarella alla caprese, ma anche a diversi piatti di legumi e pesce. Per questi piatti è consigliabile abbinare un vino rosso giovane e fresco come un Lambrusco Mantovano ad esempio. 
  • Rosmarino: anche il rosmarino è un’erba molto versatile, si può utilizzare praticamente ovunque, anche se da il meglio di sé con pietanze come le famose patate al forno e vellutate a base di verdure di stagione. Un ottimo abbinamento in questi casi è quello con un vino bianco di buona struttura e aromaticità come un Trebbiano d’Abruzzo di media stagionatura. 
  • Menta: Si sposa alla perfezione con una pasta ripiena alle verdure, ad esempio con gli spinaci. In questo caso l’abbinamento ideale è quello con un bianco secco. Se invece volete utilizzarla per una ricetta tipica siciliana come l’agnello alla menta, andrebbe accostato ad un rosso secco siciliano, tipo “U Cuntu”
  • Salvia: questa erba, grazie al suo aroma molto intenso, si presta benissimo ad essere cucinata in pastella e proposta come stuzzichino da abbinare a uno Spumante Brut, come l’Oltrepò Pavese Metodo Classico (Lombardia) o un Falanghina del Sannio Metodo Classico (Campania). Se invece avete intenzione di realizzare una classica pasta con burro e salvia, il sapore impastante del burro può essere piacevolmente equilibrato dal l’effervescenza di un Prosecco. 

Adesso che ti ho dato qualche idea su come abbinare erbe e vini, non commettere l’errore più madornale che puoi fare per mandare tutto all’aria.

Immaginati la scena, hai degli amici o parenti a cena e vuoi fare bella figura, hai speso tempo e soldi per trovare gli ingredienti migliori per cucinare dei piatti da leccarsi i baffi, ti sei messo ai fornelli tutto il giorno, hai speso una fortuna per  comprare un vino estremamente raffinato per impressionare i tuoi ospiti, e alla fine rovini tutto affidandoti ad erbe aromatiche scadenti, senza sapore, senza odore e dall’aspetto poco gradevole…

Vuoi sapere come scegliere la qualità di erbe giuste? Allora sappi che per avere delle erbe aromatiche profumate e saporite, è necessario che gli oli essenziali contenuti al loro interno non siano evaporati durante il processo di essiccazione. Quindi, o decidi di affidarti a delle erbe fresche, oppure scegli Aromathica, le erbe essiccate a freddo e quindi ancora ricche degli oli essenziali. Ti garantisco che sono profumate e saporite come quelle appena colte. 

Se quindi vuoi creare un piatto eccezionale da abbinare ad un vino eccezionale oppure hai un’enoteca e vuoi che i tuoi clienti traggano il massimo dai vini che gli proponi accompagnandoli con erbe aromatiche all’altezza, puoi affidarti alle erbe Aromathica, andando subito sul nostro shop online, ti basta cliccare il tasto di seguito. 

A presto!

Luciano

Luciano Internicola

Luciano Internicola

L’amore per la natura e per la mia cara Sicilia, mi hanno portato presto ad accantonare la carriera forense per dedicarmi a ciò che più mi appassiona e riesce a tirare fuori il meglio di me; la valorizzazione dei prodotti della mia terra e aiutare i giovani che si trovano in una posizione di disagio ed emarginazione. Per questo ho creato, assieme ad alcuni soci, attraverso la Onlus Etica, il brand Aromathica, una linea di erbe aromatiche siciliane di produzione biologica e della migliore qualità possibile, grazie all’esclusivo sistema di essiccazione a freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *